Isole dell’Italia: quali sono, come si chiamano?

Anche se l’Italia è famosa per essere una penisola a forma di “stivale”, è circondata da piccole e grandi isole che possono essere grandi o piccole e soprattutto abitabili. Molte persone vivono in queste isole non solo nelle vacanze ma tutto l’anno, hanno una vita propria, e quando arrivano i turisti sono sempre pronti e disponibili ad aiutarli, guidarli, e far vivere a pieno un splendida vacanza. In Liguria sono presenti molte isolette visitabili, in Toscana pure c’è n’isoletta visitabile, stessa cosa in campania e tra la Sicilia e la Calabria, e alcune di esse sono dei veri vulcani.

 Quali sono e come si chiamano?

La prima isola si chiama Palmaria, si trova nel Mar Ligure ed appartiene alla Liguria.

È grande circa 190  km², per questo è considerata la più grande isola dell’Arcipelago di La Spezia, è possibile raggiungerla solo per visitarla col traghetto che parte dal Porto Venere.

Il suo nome “Palma” vuol dire grotta, e infatti è piena di caverne, alcune di esse però inaccessibile, come la Grotta Azzurra, solo per barca è possibile vederla e la Grotta Colombi, entrambe si trovano nel lato occidentale dell’isola.

In Toscana la più famosa isola dell’Arcipelago Toscano è l’Elba.

Grande 225 km², è la terza isola più grande d’Italia, si trova nel Canale di Piombino e appartiene alla Toscana.

Si raggiunge con l’apposito traghetto ed è abitabile tutto l’anno, il turismo in estate raggiunge altissimi livelli dato che il il mare è limpido e dopo un certo livello su possono intravedere dei relitti di aerei.

In Basilicata, più precisamente vicino a Napoli, si trovano l’isola di Capri, grande 10.5 km², all’inizio era unita alla penisola italiana, poi a causa di terremoti e alzamento dell’acqua, diventò un’isola. Ci vivono circa 7.349 abitanti, ed è molto famosa per il nome del telefilm che prende nome del posto.

Pure Ischia si trova a 18 miglia marine da Napoli, è grande circa 46,3 km² è un’isola vulcanica, infatti la sabbia delle spiagge che la circondano è nera, e contiene anche molto ferro, sono presenti anche zone in cui le acque sono termali.

Tra la Calabria e la Sicilia c’è un gruppetto di isole che hanno origini vulcaniche, e alcune lo sono ancora adesso, chiamate Isole Eolie: Lipari è in provincia di Messina, è grande 114,7 km².

A Panarea sembra di essere in una piccola Grecia per i colori dei palazzi bianchi immacolati e le porte delle abitazioni azzurro cielo, è grande 3.34 km².

Anche se lo Stromboli è un vulcano attivo, ci vivono circa 400 abitanti e la superficie è di 12,20 km².

Vulcano è un vulcano ancora attivo e fumante, i suoi fanghi però fanno bene alla pelle ed è possibile fare delle immersioni per vedere le fuoriuscite del gas sotto il mare, è grande 20,87 km².

Si racconta che il dio greco Eolo vivesse a Lipari.

This entry was posted in Turismo. Bookmark the permalink.