Piccoli Prestiti per impiegati

Nel corso di questo articolo stileremo una lista dei migliori prestiti per impiegati. Questi prestiti vengono elargiti sia da varie banche e finanziarie ma anche dall’Inps, vedremo dunque nel dettaglio le loro caratteristiche principali. Continue reading

Posted in Economia | Commenti disabilitati su Piccoli Prestiti per impiegati

Come favorire la ricrescita dei capelli

Iniziamo questo articolo con una piccola premessa, ci sono dei casi in cui i capelli dopo una caduta possono ricrescere e casi in cui questo non è possibile. Continue reading

Posted in Donna | Commenti disabilitati su Come favorire la ricrescita dei capelli

I migliori siti per gli annunci di lavoro

Al giorno d’oggi visto la crisi economica che ha colpito duramente il nostro paese, trovare un nuovo impiego per tutti coloro che sfortunatamente hanno perso il proprio è diventato difficilissimo per molteplici motivi, i problemi a trovare un nuovo posto di lavoro sono purtroppo numerosi e sempre più spesso non è facile trovare le modalità migliori per far pervenire ad un’azienda o un’attività il proprio curriculum vitae in modo da trovare al più presto un’occupazione soddisfacente.

Consigli utili per cercare impiego online

Tuttavia esistono diversi consigli utili che i cittadini che hanno l’esigenza di trovare un impiego possono seguire e trovare utili per riuscire nel loro intento online. Come ad esempio, se ci si rivolge ad un sito che pubblica annunci lavorativi è buona norma scegliere una o più categorie di interesse, rivolgersi solo agli annunci dove il tipo di mansione è specificata nel dettaglio in modo esaustivo e dove il nome dell’azienda per la quale ci si candida sia presente. Un altro accorgimento che si può utilizzare è quello di fare un giro sui vari siti internet delle compagnie alle quali si è e controllare che ci sia la sezione “lavora con noi” presso la quale inviare la propria candidatura ed il proprio curriculum vitae.  Insomma, dopo tutte queste premesse, si può dire con tranquillità che è praticamente finita l’era dell’utilizzo dei curriculum cartacei, al giorno d’oggi l’impiego lo si trova più facilmente tramite mezzo internet. In questo articolo dunque stileremo una lista dei siti migliori per cercare lavoro.

Lista dei siti per la ricerca di lavoro

Iniziamo parlando della famosa piattaforma professionale Linkedin, un sito internet creato per dare visibilità a tutti coloro alla ricerca di un nuovo impegno e alle loro capacità e per metterli a contatto con le compagnie che sono alla ricerca di lavoratori. Probabilmente chiunque nel corso della loro vita avranno sentito almeno una volta nominare il sito Infojobs. L’utilizzo di questa piattaforma è piuttosto semplice, per poter fare le proprie ricerche lavorative basta inserire la località presso la quale si cerca, l’impiego che si desidera e la categoria che si preferisce. Indeed è una delle piattaforme probabilmente più grandi del mondo in quanto è disponibile in ben ventisei lingue e in 50 paesi, molto utile se si cerca quindi lavoro all’estero. Oggilavoro e Monster sono due siti per cercare lavoro che oltre che a pubblicare gli annunci delle aziende alla ricerca di personale, forniscono anche numerosi ed utili consigli su come compilare il proprio curriculum vitae in modo corretto ed esaustivo e come scrivere la lettera propria di presentazione che al giorno d’oggi viene spesso richiesta ogni qualvolta ci si candidi per qualsivoglia impiego. Inoltre forniscono al visitatore delle regole basi per poter affrontare al meglio i colloqui di lavoro. Potrebbe suonare strano, ma anche il social network Facebook può essere un buon mezzo per cercare lavoro. Sono molte infatti le pagine presenti sul sito chiamate “Cerco/offro lavoro” riguardanti praticamente ogni regione e paese italiano. Visti i numerosissimi iscritti, chiunque può rivolgersi ai propri amici per cercare lavoro, basta uno stato o un annuncio su una pagina e si potrebbe ricevere in poco tempo una risposta. Parliamo infine di Trova lavoro del Corriere della sera, ovvero il sito appartenente al Corriere dove sono presenti un sacco di offerte di lavoro che vengono continuamente aggiornate in tempo reale, tali annunci sono ricercabili secondo la propria area geografica di appartenenza, secondo la categoria professionale che si preferisce o usando una semplice parola chiave. Su questo sito è possibile inoltre completare ben cinque svariati profili con i propri curriculum e lettere di presentazione in modo da poter rispondere in maniera più veloce alle numerose offerte di lavoro presenti e poter ricevere le offerte migliori adatte per i vari profili.

Posted in Economia | Commenti disabilitati su I migliori siti per gli annunci di lavoro

Finanziamenti con cessione del quinto per lavoratori dipendenti

In questo articolo vedremo quali sono i migliori prestiti tramite cessione del quinto dedicati ai lavoratori dipendenti.

Le offerte di Compass dedicate ai lavoratori dipendenti

La cessione del quinto di Compass dedicata ai lavoratori dipendenti privati ha numerosi vantaggi come nessun garante richiesto visto che stipendio è l’unica garanzia necessaria, inoltre la richiesta viene presa in considerazione anche in presenza di altri finanziamenti o disguidi finanziari. Gli importi sono personalizzati, è infatti possibile richiedere da piccole somme fino a oltre 75.000 euro mentre l’importo della rata mensile ovviamente non potrà mai superare il quinto (ovvero il 20%) dello stipendio. Con Compass c’è la possibilità di rimborsare fino a 120 mesi in comode rate piccole e flessibili che restano fisse e costanti per tutta la durata del finanziamento. Il rimborso viene gestito direttamente dal proprio datore di lavoro tramite addebito in busta paga e non è prevista nessuna spesa di intermediazione. Inoltre, se si vuole richiedere un importo maggiore, sussiste la possibilità di affiancare alla Cessione del Quinto una Delegazione di pagamento. Attraverso la scelta di questa soluzione si possono dedicare fino ai 2/5 dello stipendio ai progetti che stanno a cuore al cliente mantenendo tutti i vantaggi e le comodità della Cessione del Quinto. Presso una qualsiasi filale un esperto sarà a completa disposizione del cliente per valutare assieme a lui la soluzione più adatta alle sue esigenze, dargli un preventivo gratuito e mostrargli con tutta la trasparenza e la semplicità possibili le condizioni economiche relative al finanziamento richiesto.

Come richiedere la cessione del quinto di Compass

Possono richiedere questo tipo di prestito tutti i lavoratori dipendenti di aziende private i quali possiedono questi requisiti, un’età compresa tra i 18 e i 63 anni, aventi la residenza in Italia e un contratto di assunzione a tempo indeterminato e l’assicurabilità dell’azienda. Per richiedere questo prestito basta fissare un appuntamento nella Filiale più comoda per il cliente e portare con se un documento d’identità valido, il codice fiscale, l’ultima busta paga ed infine la Certificazione Unica (ex CUD) Per quanto riguarda i dipendenti pubblici e statali è ancora più semplice richiedere una Cessione del Quinto dello stipendio potendo godere dei seguenti vantaggi, nessun garante richiesto, anche in questo caso lo stipendio è l’unica garanzia necessaria, l’istituto valuta la richiesta anche in presenza di altri finanziamenti o disguidi finanziari, gli importi sono personalizzati, è infatti possibile richiedere da piccole somme fino a oltre 75.000 euro, come nel precedente caso l’importo della rata mensile non potrà mai superare il quinto (20%) dello stipendio, è prevista la possibilità di rimborsare fino a 10 anni, in comode rate fisse e costanti per tutta la durata dell’ammortamento, il rimborso è gestito direttamente dal datore di lavoro tramite addebito in busta paga e non è presente nessuna spesa di intermediazione. Inoltre, se si ha bisogno di richiedere un importo maggiore, c’è la possibilità di affiancare alla Cessione del Quinto una Delegazione di pagamento. Tutti i lavoratori dipendenti pubblici o statali che vogliono ricevere una cessione del quinto devono necessariamente essere in possesso dei seguenti requisiti, avere un’età compresa tra i 18 e i 63 anni, avere la residenza in Italia e godere di un’assunzione a tempo indeterminato. Essi possono fissare un appuntamento nella Filiale a loro più comoda e portare presso l’istituto bancario un documento d’identità valido, il codice fiscale, l’ultima busta paga e la Certificazione Unica.

Findomestic, cessioni del quinto anche in presenza di disguidi finanziari

Con Findomestic utilizzando il proprio contratto di lavoro a tempo indeterminato si può accedere al prestito Cessione del Quinto, anche se si hanno altri finanziamenti attivi o si ha in precedenza avuto dei disguidi finanziari. Sarà ovviamente l’azienda per la quale si lavora a pagare la rata, tramite addebito sulla busta paga del cliente dipendente. Il tan è fisso al 6,42%, il taeg al 6,61% e non ci sono spese di apertura, chiusura, gestione, bollo, sostitutiva, comunicazioni periodiche bancarie e di intermediazione.

Posted in Economia | Commenti disabilitati su Finanziamenti con cessione del quinto per lavoratori dipendenti

Offerte ADSL più telefono fisso

In questo articolo troveremo assieme e analizzeremo nel dettaglio quali siano le migliori offerte ADSL legate all’utilizzo di un telefono fisso. Una buona premessa iniziale è specificare che la modalità migliore per capire quale sia l’abbonamento adsl e telefono più vicino alle proprie esigenze è fare una breve analisi dei propri consumi, considerare minuziosamente quali siano tutti i servizi a pagamento che formano un contratto telefonico e fare quindi un attento confronto tra le varie offerte che vengono proposte dalle compagnie di telecomunicazione, questo articolo può aiutarvi dunque nella valutazione di questi criteri.

Come scegliere l’offerta adatta alle proprie esigenze

La scelta di un’offerta della quale facciano parte sia il servizio di connessione internet sia le chiamate da fisso verso numeri fissi e mobili è perfetta se il cliente desideri risparmiare sulla bolletta godendo di un pacchetto completo che preveda sia la navigazione internet sia l’utilizzo del proprio telefono fisso. Se si effettuano telefonate verso numeri fissi molto di frequente, è una scelta saggia quella di optare per un piano tariffario flat ovvero che provveda chiamate illimitate, tra l’altro una parte delle tariffe adsl e telefono offrono la possibilità di effettuare telefonate verso i numeri cellulari di alcuni specifici o tutti gli operatori nel canone.

Le offerte di Infostrada e Telecom Italia a confronto

Iniziamo parlando della famosa compagnia italiana Infostrada che tra i numerosi vantaggi e le promozioni offre la ricezione di un modem a casa gratuito, sessanta minuti di telefonate inclusi verso telefoni fissi e numeri di cellulare e il servizio now TV incluso gratuitamente per sei mesi senza obbligo di rinnovo. Il costo di questa offerta è di 23,58 euro mensile (dal primo al tredicesimo rinnovo), l’attivazione del servizio è pari a 30,00 euro, internet fino ai primi tredici rinnovi costa 19,95 euro al mese e successivamente 24,95 euro mentre le chiamate costano 3,93 euro (costo che grava solo su quelle mobili mentre quelle verso fissi sono gratuite). Tim Telecom Italia offre un vantaggioso sconto di benvenuto per i nuovi clienti, chiamate illimitate verso telefoni fissi e telefoni cellulare, un abbonamento TIM vision incluso e inoltre l’attivazione della linea e dell’adsl in modo gratuito. Il costo di questa offerta è pari a 19,00 euro per i primi dodici mesi, l’attivazione costa 49,00 euro. Internet dal primo al dodicesimo mese costa solo 19,00 euro mentre successivamente 39,90 mentre le chiamate sia verso fissi che verso telefoni cellulari non prevedono nessun costo.

Due servizi economici e convenienti: Vodafone ADSL e Tiscali

Il servizio Vodafone ADSL offre chiamate illimitate verso i cellulari nazionali e prevede un canone scontato per tutta la durata del contratto se il cliente abbia utilizzi Vodafone sul proprio cellulare. Con l’offerta Vodafone Internet è illimitato con una velocità di navigazione che può arrivare fino a 20 MBPS e si ha inoltre un gigabyte di internet quando si è fuori casa. Il costo di attivazione è di 4,00 euro per 48 rinnovi (un rinnovo corrisponde a 4 settimane), dal primo al dodicesimo rinnovo internet costa 25,00 euro e successivamente 29,00 euro, le chiamate costano 6,18 euro ma solo per i telefoni fissi, verso mobile il costo equivale a zero. L’offerta Tutto Incluso Light del gruppo Tiscali che offre servizio ADSL più Telefono a 20 Mbps prevede l’attivazione gratuita ed il costo standard in promozione è di 19.95 euro al mese per sempre, ovvero per tutta la durata del contratto. Richiedere una consulenza è totalmente gratuito e senza impegno.

SuperJet di Fastweb

Infine parliamo di Fastweb che propone ben due offerte per quanto riguarda internet Adsl più telefono fisso, ovvero Jet e SuperJet. SuperJet che prevede ADSL Fibra ottica più telefono offre il servizio digital incluso per 1 anno a 20 Mbps, l’attivazione del modem è gratuita ed il costo standard è di 39.00 euro, mentre Jet costa 20,00 euro mensili, anche in questo caso il modem e la sua installazione sono gratuiti e la navigazione è a 20 MBPS.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Posted in Economia | Commenti disabilitati su Offerte ADSL più telefono fisso

Chili di troppo dopo le feste? Ecco tre consigli che non sapevi per riprendere la forma

Le feste natalizie sono appena trascorse e sicuramente, come me che sto scrivendo, ti trovi in crisi con i chili di troppo che cominciano a farsi sentire, presi durante le due settimane “fatali” comprese tra il 24 dicembre e il 6 gennaio. Abbiamo perciò pensato di darti tre pratici consigli, completamente naturali e semplici da seguire, per riprendere subito la forma e magari ritrovarti ancora meglio di prima.

Continue reading

Posted in Donna | Commenti disabilitati su Chili di troppo dopo le feste? Ecco tre consigli che non sapevi per riprendere la forma

Migliori mutui bancari per ristrutturare casa

Se hai deciso di ristrutturare la tua casa ed hai bisogno di un finanziamento per far fronte al costo dei lavori è importante per te conoscere quale sia la documentazione richiesta dalla banca per la concessione di un mutuo per ristrutturazione, che può variare a seconda che si tratti di una semplice manutenzione ordinaria, ovvero trattasi di interventi su edifici già esistenti e su parti limitate dell’edificio stesso, per facilitare, ad esempio, la funzionalità di questo. In questo caso è sufficiente presentare alla banca solo il preventivo di spesa redatto dall’impresa che effettuerà i lavori. Diverso è il caso di manutenzione straordinaria ovvero si tratta di quegli interventi sulla struttura e su parti anche portanti della stessa. Diversamente dal primo caso, in questo è caso è necessario presentare alla banca sia il preventivo di spesa che il progetto edilizio, unito alla domanda di autorizzazione edilizia al Comune oppure alla denuncia di inizio di un’attività. Un terzo caso è la ristrutturazione con grandi opere ovvero quella di opere che comportano cambiamenti significativi nella struttura dell’edificio per la cui realizzazione è assolutamente necessaria una concessione edilizia e il versamento di un certo contributo all’amministrazione comunale. In questo caso è necessario presentare alla banca il preventivo di spesa e la concessione edilizia, insieme alla ricevuta del versamento del contributo all’amministrazione comunale. Vediamo assieme quali siano i migliori servizi proposti per quanto riguarda i mutui dedicati alla ristrutturazione.

Mutuo BancoPosta, nessuna commisione e durata flessibile

Il Mutuo BancoPosta per la Ristrutturazione è la soluzione ideale per ristrutturare la propria abitazione. Con il Mutuo BancoPosta ristrutturazione è possibile finanziare la ristrutturazione sia della prima che della seconda casa, e questo comporta un non indifferente vantaggio. Fino al 7 dicembre 2016 le condizioni di questo servizio sono molteplici come richiederlo a tasso fisso, variabile e misto (rivedibile a 2, 5 e 10 anni), le condizioni chiare e senza sorprese per tutte le fasce di importo che è richiedibile fino al 100% del costo delle spese di ristrutturazione da eseguire indicate in preventivo, purché non superino però il 40% del valore dell’immobile. La durata di questo mutuo va da un minimo 10 a un massimo 30 anni e non è prevista nessuna commissione dovuta per estinzione anticipata/riduzione anticipata mentre l’iscrizione ipotecaria viene effettuata per un valore uguale al 150% dell’importo del finanziamento. Per accedere a questo mutuo si può sottoscrivere la polizza Posteprotezione Mutuo, ovvero si tratta di una copertura assicurativa facoltativa che tutela l’assicurato e la sua famiglia e elargisce uno sconto del 5% sul premio della polizza Posteprotezione Innova Casa.

Unicredi: 4 diverse opzioni di mutuo

Anche Unicredit offre un muto per la ristrutturazione e sono anche essi molto validi e possono rappresentare una soluzione ideale. I Mutui della Gamma Ristrutturazione Valore Italia sono i finanziamenti che seguono nei progetti di ristrutturazione dell’immobile residenziale e prevedono quattro diverse versioni di mutuo allo scopo di poter rispondere alle proprie esigenze. Ad esempio con Mutuo valore Italia finalità ristrutturazione, il titolare del mutuo ha il diritto al Tagliando per tenere sotto controllo l’andamento del proprio mutuo. Inoltre, egli può invece scegliere tra Mutuo Valore Più, Super e Top per ottenere ulteriore flessibilità e sicurezza. Con il Mutuo Ristrutturazione Valore Italia Più si ha possibilità di gestire  il piano di pagamenti del mutuo in base alle proprie esigenze , grazie alle opzioni Taglia Rata, Sposta Rata e Riduci Rata Con il terzo mutuo, ovvero Mutuo Ristrutturazione Valore Italia Super si ha la possibilità di mettere al sicuro il mutuo dalle oscillazioni del mercato infatti con l’opzione Switch si può passare dal tasso variabile al tasso fisso. Diversamente, con il Mutuo Ristrutturazione Valore Italia Top si ha un mutuo completo che permette di controllare l’andamento del proprio mutuo, modificarne il piano di pagamento e scegliere la soluzione migliore in base all’andamento del mercato.

 

Posted in Economia | Commenti disabilitati su Migliori mutui bancari per ristrutturare casa

I pensionati possono ottenere un mutuo casa?

Oltre ai giovani, anche i pensionati oggi possono accedere ad un mutuo casa, indubbiamente una forma di finanziamento importante che consente di allungare i tempi di pagamento e affrontare l’acquisto o la ristrutturazione di un immobile. La differenza rispetto a quelli concessi ai giovani è, nella maggior parte dei casi, il limite di età del richiedente. Vediamo di seguito come i pensionati possono ottenere un mutuo casa.

Come funzionano i mutui per pensionati

Il fattore determinante nella concessione di un mutuo casa per i pensionati è l’età. Infatti, di solito le banche non concedono i finanziamenti per mutuo casa a soggetti che abbiano più di 80 anni alla fine del finanziamento. Il che vuol dire che il soggetto richiedente non deve avere un’età superiore a 65 anni. Tuttavia, molte banche riservano particolari condizioni anche a chi ha più di questa età e molti pensionati possono ottenere mutui casa con tassi di interesse agevolati e senza spese di gestione pratica. Inoltre, come garanzia è richiesta anche una polizza assicurativa sulla vita che tutela la banca erogatrice della somma in caso di morte del richiedente prima del termine del rimborso del mutuo.

Mutui pensionati acquisto e ristrutturazione casa

Le banca in genere erogano mutui casa ai pensionati fino all’80% del valore dell’immobile. L’importo della rata si ottiene dal tasso di interesse (Tan) più le spese accessorie, che riguardano spese di gestione pratica, spese di istruttoria, spese assicurative, ecc. che costituiscono il Taeg, ovvero il tasso effettivo. Per quanto riguarda la ristrutturazione le regole sono pressoché identiche, e l’unica differenza è data dal fatto che occorre redigere un preventivo della ristrutturazione e l’eventuale progetto da presentare alla banca. I mutui per ristrutturazione sono una tra le richieste più frequenti tra i pensionati che possono rimodernare il proprio immobile senza incidere troppo sul bilancio familiare e con una cifra dilazionata nel tempo esaudiscono magari qualche desiderio che da giovani non hanno potuto realizzare.

Posted in Economia | Commenti disabilitati su I pensionati possono ottenere un mutuo casa?

Il piccolo prestito “W lo sport” di BNL

Non tutti i prestiti devono essere caratterizzati da importi consistenti a 5 o 6 cifre: alcune somme possono infatti essere richieste per andare incontro a spese contenute, anche inferiori a 1000 euro. Ecco quindi che alcuni istituti mettono a disposizione degli utenti delle linee di credito speciali, grazie alle quali è possibile richiedere i cosiddetti piccoli prestiti, da restituire nel breve o medio termine. È il caso di BNL, che con “W lo sport” offre la possibilità di accedere a finanziamenti per un massimo di 3 mila euro. L’importo erogato, che dovrà essere restituito entro un periodo di 12 mesi, deve essere destinato a coprire le spese di carattere sportivo e può essere quindi utilizzato per pagare l’iscrizione ad un corso di fitness, per saldare l’abbonamento mensile in palestra o per acquistare delle attrezzature sportive.

Le condizioni di questo piccolo prestito sono particolarmente vantaggiose: come detto, la soglia massima erogabile ammonta a 3 mila euro, mentre quella minima è pari a 500 euro; il TAN è del 3,90%, mentre le spese addizionali sono pressoché assenti, visto che il TAEG è solo leggermente superiore (3,97%, non ci sino infatti spese di istruttoria). In virtù di queste condizioni, ipotizzando di richiedere un prestito di 1000 euro da ripagare in 12 mesi, si dovranno pagare delle rate mensili a tasso fisso di 85,10 euro ciascuna, mentre le spese totali del finanziamento ammontano a soli 21,30 euro. La durata minima del piano di ammortamento è di 6 mesi.

L’iniziativa di BNL, in collaborazione con il CONI, vuole promuovere la diffusione della pratica sportiva nel nostro paese, predisponendo una linea di credito a condizioni agevolate per chiunque voglia dedicarsi all’attività fisica ricevendo un supporto economico da restituire ad un tasso d’interesse conveniente. Tutte le informazioni sul piccolo prestito “W lo sport” potranno essere visualizzate nel sito ufficiale di BNL, dove si potrà scaricare anche il foglio informativo del prodotto. Sempre nelle pagine web dell’istituto di credito si potrà prendere visione di ulteriori soluzioni dedicate a famiglie e privati, come i prestiti per giovani e studenti o i finanziamenti per i dipendenti e per i pensionati.

Posted in Economia | Commenti disabilitati su Il piccolo prestito “W lo sport” di BNL

Riforma Pensioni 2017

Negli ultimi anni non c’è stata categoria tanto colpita come quella dei pensionati. Un po’ tutti gli ultimi governi, sono intervenuti pesantemente sulle pensioni, causando oggi una situazione di forte disagio. Fare dei provvedimenti per sistemare una volta per tutte il settore delle pensioni sembra un miraggio, ma è lecito aspettarsi almeno degli accorgimenti per quanto riguarda le fasce più problematiche.

Negli ultimi anni, tra l’aumento del costo della vita e la diminuzione del potere d’acquisto, i pensionati italiani sono andati incontro a situazioni di vera e propria sofferenza economica, con molti problemi per arrivare alla fine del mese.

Tra i tanti provvedimenti al vaglio del governo, la maggior parte riguardano infatti le pensioni minime e gli aiuti. Per esempio, si sta pensando di elevare la fascia esente dal pagamento delle tasse, portandola fino a 8.124€, come per i lavoratori dipendenti, provvedimento che potrebbe far respirare chi percepisce le pensioni più basse.

Un altro provvedimento riguarda il possibile ampliamento della platea di pensionati che ricevono la quattordicesima, portandola fino a chi percepisce 13.000€ annui dai 9.800€ attuali, includendo così all’incirca quasi 2 milioni di persone in più. Si tratta in questo caso di un aiuto modesto, all’incirca 500€ l’anno, che potrebbe però dare un po’ di sollievo ai molti pensionati in difficoltà economica.

Altri probabili provvedimenti potrebbero riguardare i lavori usuranti, gli esodati e le pensioni anticipate. Per quanto riguarda i lavori usuranti, si fa sempre più necessaria una riforma totale di questo settore, aggiornandolo ed ampliandolo. Ci sono molte categorie che ancora oggi rimangono escluse da questa forma di protezione, che meritano di essere ascoltati ed inclusi in queste categorie. Per altri settori invece, ci potrebbe essere un adeguamento, anche rispetto all’aumento dell’età pensionabile.

Per quanto riguarda la situazione degli esodati, il problema qui si fa molto serio e spinoso, con una situazione che deve essere risolta definitivamente dal governo. Sembra che si riusciranno ad includere alcune categorie di persone, ma non tutti, creando così delle situazioni di forte squilibrio. Purtroppo a mancare sembrano siano le coperture necessarie per inserire tutti quanti, continuando con la linea del un poco alla volta.

Sulle pensioni anticipate, per la prima volta quest’anno si è registrato un sorpasso dei 60 anni d’età, con una media che arriva poco al disopra di questa soglia. Tra l’età media per le pensioni di vecchiaia che è arrivata oltre i 65 anni e quella di anzianità, la situazione per i giovani sembra continuare ad essere nera, con una mobilità che non decolla.

Se non arriveranno dei provvedimenti in questo senso, si continuerà a vedere un mercato del lavoro praticamente fermo, con un’economia che stenta a ripartire ed un’intera categoria, quella degli under 30 costretta ad emigrare per trovare occasioni di lavoro.

Purtroppo sembra che ancora troppo poco o nulla si stia facendo riguardo alle doppie o triple pensioni, ed ai trattamenti ingiustamente troppo alti, dai quali invece potrebbero arrivare risorse preziose, sia per aiutare le pensioni minime, sia per agire sulle pensioni anticipate, fondamentali per smuovere un mercato del lavoro quasi completamente fermo.

Posted in Economia | Commenti disabilitati su Riforma Pensioni 2017