turismo

Il turismo ha come obiettivo divertirsi e conoscere, ma anche sognare. Le mete e i monumenti che realmente sono leggendari offrono la possibilità di far respirare storia e vite passate.

Una meta turistica che si consiglia e che è realmente molto affascinante, è il ponte Carlo a Praga. Meta molto affascinante e suggestiva, che ha ispirato poi tante leggende, alcune delle quali inquietanti.

Simbolo della città di Praga. Oggi viene visitato e usato da centinaia di persone ogni giorno. Lungo 515 metri, dove poi si esibiscono tanti artisti di strada. Una delle bellezze che si devono assolutamente visitare quando ci si trova a Praga.

Storia del Ponte Carlo, Praga

Il Ponte Carlo venne costruito tra il 1350 e il 1400. Le statue barocche che rappresentano i santi sono state aggiunte molto, ma molto più tardi. Esso venne creato per unire la città vecchia alla repubblica Ceca e al quartiere Malà Strana.

Ideato dall’architetto Petr Parler su richiesta del re che aveva intenzione di ricostruire un antico ponte che era noto con il nome di: ponte di Pietra. Il Nome originale di Ponte Carlo era Karluv most, ancora oggi i residenti lo chiamano in questo modo.

Leggende del Ponte Carlo

Parliamo di leggende del Ponte Carlo, che poi è stato reso famoso proprio da queste leggende. La più nota è quella che parla della Statua di San Giovanni Nepomuceno. Il re Venceslao IV era contrariato da San Giovanni. All’epoca quest’ultimo non era altro che un prete di corte. Lui si rifiuto di riferirgli una confezione della regina e allora lo punì tagliandoci la lingua, ma questo condusse il prete alla morte.

Il corpo di Fan Giovanni venne bruciato e gettato dal ponte. Nel luogo dove le ceneri si depositarono, nacquero 5 stelle, che sono oggi il simbolo del santo. La statua di San Giovanni venne posizionata direttamente nel punto dove furono gettate le ceneri. Accarezzare la croce della statua, porta fortuna.

L’altra leggenda nota del Ponte Carlo è quella del patto con il diavolo che fece l’architetto. Lui gli promise che se il ponte fosse stato saldo ed eterno, gli avrebbe fato l’anima della prima persona che passasse sul ponte. L’architetto, al termine della costruzione, fece passare un gatto. Il diavolo, indispettito, protesto dicendo che il gatto era un animale e non una persona. Il diavolo allora si trasformò in uomo, andò dalla moglie dell’architetto dicendole che lui era ferito e la povera donna fu la prima persona a passare su Ponte Carlo, dove vi morì.

Cosa vedere nelle vicinanze

Una volta visitato Ponte Carlo, dovete poi visitare quello che c’è nelle vicinanze. Come il Castello di Praga, L’orologio astronomico, la pizza della città vecchia, Duomo di Praga, Muro Lennon e Cada Danzante.

Sono tutte mete turistiche molto attraenti che si devono assolutamente visitare poiché ci si trova a Praga e sono imperdibili.