Una questione sociale: la povertà funebre

Uno dei problemi che sta sempre più dilagando presso la nostra contemporaneità, è l’incremento della povertà funebre, ovvero un aumento sostanziali dei costi dei funerali insieme al calo del valore degli aiuti di stato. Questo significa che sempre più persone hanno una seria difficoltà a coprire in tutto e per tutto i costi dei funerali. All’interno del giornale Guardian, un articolo ha focalizzato l’attenzione su questa problematica che sta, gradualmente, interessando sempre più persone. Nel Regno Unito, per esempio, il costo di un funerale si aggira intorno alle 3,500 sterline, mentre i supporti da parte dello stato, per le celebrazioni funebre si aggirano intorno alle 700 sterline. Sempre in Inghilterra, un funerale senza troppi sfarzi, costerà intorno a 1200 sterline: questo significa che i funerali più semplici possono essere anche fuori dalle possibilità economiche della popolazione.

Chi affronta questo problema?

A selezionare la questione è il dipartimento per il lavoro e le pensioni, chiamato anche con l’acronimo DWP. Questo dipartimento invita a seguire l’esempio del governo scozzese, conducendo una vasta revisione delle sepolture, delle cremazioni e di tutti i funerali.  Il comitato invita inoltre al DWP di negoziare e concordare insieme il costo più valido e ragionevole di un banale funerale, con tutti gli organismi connessi e volti a contribuire alla ridezione della povertà funeraria. L’elemento contenuto del pagamento deve essere indicizzato per avere parimerito una corrispondenza ai costi crescenti delle tasse per i funerali. Il comitato ha inoltre verificato che le famiglie spesso erano nelle condizioni di prendere del denaro in prestito dai prestatori di giorno di paga, affinchè tutti i costi del  funerale venissero coperti. A volte, non potendosi permettere il pagamento finale, molte famiglie non avevano la possibilità di ritirare le ceneri dei propri cari.

Funerale economico

In Italia, la questione dei funerali, sebbene drastica come in tutti i paesi dell’Unione Europea, viene fronteggiata quanto più al meglio possibile. Le pompe funebri di Roma Cattolica San Lorenzo realizzano dei preventivi fatti a posta per chi non dispone delle giuste disponibilità economiche per sostenere un funerale. Fiori, vestizione e scelta della bara sono i fattori caratterizzanti del prezzo di un funerale. Questo deve essere contingentato in tutto, soprattutto nei trasporti e nei tempi di esecuzione, fondamentali per la riuscita della celebrazione. La nostra società non ha ancora ben studiato come risolvere i probelemi dell’incremento delle salme nel tempo ma, le agenzie funebri, si impegnano ogni giorno per limitare il problema venendo incontro a chi non ha grandi somme per un’attività così umana.