Aurora boreale: cos’è, perché si forma e dove vederla

Aurora boreale

Uno spettacolo gratuito, ma che è concesso solo in alcune zone del pianeta, per uno strano fenomeno di luce riflessa. L’Aurora boreale fa sognare milioni di persone. Le foto che la mostrano, evidenziano la sua bellezza.

Cos’è esattamente questo fenomeno? Praticamente si tratta di scie luminose, ondulate, che si muovono, in una danza verso il cielo, che assumono diversi colori.

Il cielo notturno viene colorato da fulmini, arcobaleni che si muovono e da effetti ottici che sono ipnotici. La bellezza dell’aurora boreale è assolutamente unica. Uno spettacolo che fa battere il cuore e di cui innamorarsi.

La sua comparsa da cosa dipende

Come si crea l’aurora boreale? Si tratta di un fenomeno che interessa due parti del pianeta, la parte boreale e australe.

L’effetto avviene tramite delle particelle microscopiche solari, composti da elettroni, che sono trattenuti dal campo magnetico. Una volta che queste particelle entrano in contatto con il gas presente nell’atmosfera, ecco che creano la collisione.

Si crea il movimento che produce energia, colore, luce e onde di varia lunghezza. Gli elettroni del Sole, rilasciati in piccole quantità, sono attratti dai due poli della terra, il Polo Nord e il Polo Sud.

Il periodo migliore per vedere l’Aurora Boreale

Dove possiamo vedere l’aurora boreale, in quali periodi dell’anno? Non si tratta di un fenomeno che avviene 365 giorni all’anno, anche se i cambiamenti climatici stanno modificando anche questo spettacolo naturale.

In Europa è possibile vederla nel Nord della Norvegia, in Danimarca, in Finlandia, in Lapponia svedese, nella capitale islandese e nell’estremo nord della Russia. Mentre nelle Americhe la si vede in Alaska, Canada e Groenlandia.

I periodi della comparsa dell’aurora boreale sono negli equinozi, quindi tra febbraio e marzo e poi da settembre ad ottobre. Per non mancare all’appuntamento con questo fenomeno, le ore da rispettare sono dalle 21.00 di sera fino all’una di notte.

Negli ultimi anni, nei mesi tra settembre e ottobre, le ore sono state diverse. Infatti, a causa dei cambiamenti climatici il fenomeno si è palesato dalle 22.00 alle 3 del mattino.

Le leggende che nascono da questo fenomeno

Le storie, miti e leggende che accompagnano l’aurora boreale sono diverse e le dividiamo in Europa e Americhe.

Nelle Americhe, i nativi pensavano che essa fosse la rappresentazione degli spiriti che si incontravano nei cambi di stagione per continuare a cambiare le stagioni. Una convinzione che permetteva di avere un ciclo di vita continuo.

In Europa, il cambio di colore e anche la danza di questi arcobaleni notturni, dichiaravano come sarebbe stata la stagione entrante. In poche parole era un oracolo delle divinità per dichiarare se ci sarebbe stata prosperità.

This entry was posted in Turismo. Bookmark the permalink.