Bevande con il caffè: quali sono e cosa occorre per farle?

La bevanda preferita di ogni persona dai 16’anni in su è sicuramente il caffè, secondo solo al tè e all’orzo. La Finlandia è il paese dove si consuma di più questa bevanda che aiuta in qualche modo a svegliarsi e ad affrontare una giornata di duro lavoro e impegni, si conta circa 9 kg pro capite, in parole povere i finlandesi ne bevono più di 2 tazze al giorno. Zuccherato o amaro, il caffè conquista tutti e ne diventa quasi una “droga” perché quando non lo si prende si avvertono sintomi come mal di testa e nervosismo. Per variare la scelta nei bar, e anche a casa, è possibile scegliere altri tipo di bevande di cui la base di preparazione è il caffè.

Quali sono?

  • Il cappuccino: bevanda che si ottiene mescolando il caffè insieme a molto latte.
  • Il mocaccino: bevanda famosa per essere a strati ben distinti tra latte, caffè, cioccolata e panna a piacere.
  • Crema d caffè: più che essere una bevanda, è una specie di granita che sa di caffè e va bevuta fredda.
  • Irish coffee: tipo di caffè che si può trovare nei pub, bar e anche nei supermercati con l’apposita bottiglia divisa in due parti.
  • Caffè messicano: caffè a base alcolica con la tequila, ma si può fare anche senza.
  • Caffè al gelato: particolarmente richiesto soprattutto d’estate.
  • Caffè nocciolato: caffè particolare in cui si usa anche la crema alle nocciole.
  • Caffè shakerato caraibico: dato il nome per farlo occorrono il rum e il cocco.
  • Lemon coffe: nuova bevanda ma molto richiesta.

Cosa occorre per farli?

  • Cappuccino: per farlo occorre avere un montalatte a casa, oppure al bar hanno una macchinetta apposta per farlo, entrambi aiutano il latte a diventare schiumoso.
  • Mocaccino: anche in questo caso il latte viene montato e reso schiumoso, che poi va versato nel  bicchiere dove già è stata versata una parte di cioccolata calda, e sopra il latte ci si versa il caffè.
  • Crema di caffè: si prepara a bar dato che bisogna farlo con un composto di latte, zucchero e anche liquirizia e cioccolato a volte.
  • Irish coffee: è un caffè rinforzato a base alcolica, si usa il whisky, panna montata, caffè amaro e un cucchiaio di zucchero di canna.
  • Caffè messicano: la particolarità di questo caffè è che bisogna riscaldare il bicchiere, poi aggiungerci la tequila , e a piacimento anche il kahlua, e anche la panna montata.
  • Caffè gelato: per farlo si usa il caffè amaro e una pallina di gelato alla crema, sciogliendosi il gelato addolcirà il caffè e gli farà cambiare sapore.
  • Caffè nocciolato: innanzi tutto bisogna rivestire l’interno della tazza o bicchiere di crema alla nocciola, aggiungere il caffè amaro e sopra la panna montata, in aggiunta si può mettere sopra la granella di nocciole.
  • Caffè shakerato caraibico: bisogna avere uno shaker, aggiungere il caffè senza zucchero, aggiungere mezzo bicchierino di rum, mezzo bicchierino di liquore al cocco e il ghiaccio. Agitare fino a che il ghiaccio non si sarà sciolto, versarlo in un bicchiere e metterci sopra la polvere al cocco.
  • Lemon coffee: si utilizza lo shaker e vanno messi il caffè appena fatto, 4 o 5 cubetti di ghiaccio e la scorza di mezzo limone non trattato. Agitare fino a che il ghiaccio non si sente più, versare in un bicchiere, anche quello da cocktail.
This entry was posted in Curiosità. Bookmark the permalink.