Cadmo: storia e origini del mito greco

Cadmo

Non è un Dio, ma un umano che si fece benvolere dagli Dei e, in particolare, dalla Dea Atene. Cadmo è un personaggio caro a Tebe, poiché da lui venne fondata, ma come?

Figlio di un re e fratello di Europa, una delle amanti di Zeus che rapì mutandosi in un toro bianco. Nel momento in cui Europa spari i suoi fratelli, compreso Cadmo, vennero inviati alla sua ricerca.

Nella sua lunga e fallimentare ricerca, fondò Tebe, ma dopo una lunga lotta con il drago e con un patto con la dea Atene. Ancora oggi è molto conosciuta e particolarmente conosciuta in Grecia. Un pochino come gli imperatori romani che ancora oggi sono famosissimi in Italia.

Capostipite della città di Tebe

Conosciamo meglio le avventure di Cadmo. Inviato alla ricerca della sorella Europa, sconfortato dal non riuscire a trovarla, si rivolse all’oracolo di Tebe. L’oracolo gli rivelò che il suo destino non avrebbe mai trovato Europa poiché rapita da un Dio, senza dirgli che era stato Zeus a portarla con sé.

Cadmo non sapendo cosa fare, chiese all’oracolo qualche consiglio. Quest’ultimo gli disse che avrebbe incontrato un bue durante il suo cammino e di seguire l’animale. Solo dove il bus si sarebbe, prima o poi fermato, lì avrebbe dovuto fondare la sua città.

Il giovane Cadmo riprese il suo viaggio e dopo qualche giorno incontro un bue. Questo cammino per giorni e notti, senza fermarsi. Ad un certo punto Cadmo si addormentò per la stanchezza. Una volta sveglio vide il bue che si era finalmente fermato ad una fonte e lì aveva trascorso la notte.

Qui sorse Tebe.

La lotta contro il drago

Per fondare la sua città, essendo solo, Cadmo decise di sacrificare il bue alla dea Atene che aveva benedetto il suo viaggio. Mentre si avvicinò alla fonte, spuntò un drago che la proteggeva. Cadmo riuscì a sconfiggere il drago e terminò il sacrificio.

Comparve Atene che consiglio di strappare i denti del drago e di seminarli nel terreno. Da ogni dente nacquero gli sparti, uno dei popoli di Tebe e che lo aiutarono a costruire Cadmea, la città di Tebe.

Morte di Cadmo

Una volta che divenne padrone della sua città, Cadmo sposò Armonia, lei era figlia di Ares e Afrodite. Dal loro matrimonio nacquero diversi figli che popolarono la città in tutto il suo territorio.

Nella sua vecchia lui e Armonia vennero esiliati in Illiria e trasformati in serpenti. Tuttavia, alla loro morte, il padre Ares, li prelevo portandoli sull’Olimpo.

This entry was posted in Curiosità. Bookmark the permalink.