Nucleo centrale della terra: ecco come si chiama e le sue funzioni

Le stelle, i pianeti e il sole hanno una cosa in comune: posseggono un nucleo centrale che è vivo e brucia ogni secondo.

Se si parla della terra e dei pianeti a scuola s’impara che essi sono fatti a strati, e tutti ricoprono il nucleo della terra, anche se in alcune occasioni la componente del nucleo, ovvero magma, riesce a fuoriuscire fuori e a manifestare quelle che sono le eruzioni nei vulcani, o possono fare anche di peggio com’è successo secoli fa a Pompei.

Interessiamoci di questa palla di fuoco interna della nostra terra

Come si chiama?

Data la sua posizione e com’è formato, ha svariati nomi e viene chiamato semplicemente “nucleo centrale“, “nucleo interno” oppure “nucleo solido” perché appunto è compatto e duro.

È composto da materiali che si trovano in natura di ferro e nichel, all’interno della terra ardono come se fossero dentro una fornace potente e rovente, quasi come quella del sole, ma nonostante abbia una temperatura così forte la pressione che lo strato dopo esercita sul quello centrale, aiuta in qualche modo a non far fondere questi metalli completamente.

Questa sfera rovente ha un diametro di 2440 km, e sopra di lui ci sono:

  • Nucleo esterno;
  • Mantello inferiore;
  • Mantello superiore;
  • Crosta.

Questi strati proteggono l’ambiente dal nucleo e viceversa, ma dall’interno avvengono i fenomeni più pericolosi come i terremoti, eruzioni vulcaniche, scomparse di isole, e molti vulcani sono ancora attivi perché le protezioni soprastanti non sono più presenti, e quindo possono eruttare da un momento all’altro.

Venne scoperto intorno al 1936 da una sismologa danese che si chiamava Igne Lehmann, lei osservò con attenzione le onde sismiche create dai terremoti, poi altri due sismologi riuscirono a capire che questo nucleo non era liquido ma la composizione era stranamente solida.

La temperatura interna viene misurata in gradi K (Kevin: unità di misura della temperatura) e secondo recenti studi si aggira intorno ai 5700, e di solito il ferro viene fuso ma in questo caso rimane solito.

Funzioni

Come scritto in precedenza, è dal centro della terra che a volte si manifestano i terremoti, eruzioni vulcaniche spaccamenti della crosta terrestre, tzunami.

Molte zone però sono ad alta intensità di sismicità, ma non è colpa di nessuno se alcuni continenti a rischio, il Giappone è sempre il primo che viene in mente a molti, sono situati in prossimità o ai confini delle placche tettoniche che fa causare molti terremoti anche di magnitudo 4.9.

La Terra però è sempre in un continuo tremolio anche se le persone non lo sentono e si sono abituate, ma a volte scatta qualcosa che fa tremare un’area interessata.

This entry was posted in Curiosità. Bookmark the permalink.