Prestiti Personali FIAT per dipendenti della casa automobilistica

Come abbiamo più volte ripetuto, essere un lavoratore dipendente con contratto di lavoro a tempo indeterminato rappresenta un vantaggio per chi ha intenzione di richiedere un finanziamento; questo vale anche per i dipendenti della casa automobilistica FIAT: scopriamo quali sono i prestiti personali a disposizione di questa specifica categoria di soggetti.

Le soluzione a disposizione dei dipendenti della casa automobilistica

Le banche e le società finanziarie si sentono abbastanza sicure quando ricevono delle richieste di prestito dai dipendenti di aziende di grandi dimensioni come è, appunto, la FIAT, soprattutto se la loro assunzione è a tempo indeterminato; questa maggiore sicurezza si traduce in maggiori possibilità di vedere accettata la propria domanda di finanziamento e in tassi di interesse più vantaggiosi applicati per i prestiti personali FIAT rispetto a quelli erogati a favore di lavoratori autonomi o anche di dipendenti di aziende più piccole.

Basta fare un giro sul web tra siti comparatori e pagine ufficiali dei vari istituti di credito per scoprire le diverse offerte di prestito per dipendenti Fiat che possono essere richiesti dai dipendenti della casa automobilistica: con il prestito tradizionale di norma non si va oltre i 30.000 euro, ma la forma di finanziamento sicuramente più utilizzata è la cessione del quinto. La FIAT supera di gran lunga i limiti dimensionali fissati da banche e finanziarie per l’accettazione delle richieste di questa tipologia di finanziamento.

I prestiti personali FIAT e la cessione del quinto

Parliamo sempre di prestiti personali, ovvero non finalizzati, quindi le somme ottenute tramite la cessione del quinto possono essere utilizzate per le più svariate esigenze di spesa. L’importo massimo che può essere erogato dipende dall’entità dello stipendio (visto che l’importo della rata mensile, che rimane costante per l’intera durata del piano di rimborso, non può superare il 20% dello stipendio) e dalla durata del prestito, che può arrivare fino a 10 anni. La peculiarità principale della cessione del quinto consiste nel pagamento delle rate, che viene effettuato dall’azienda, che trattiene l’importo dalla busta paga del dipendente.

Se con i tradizionali prestiti personali FIAT le banche si sentono sicure, con la cessione del quinto si sentono addirittura nella classica “botte di ferro”: il prestito infatti è garantito dallo stipendio, ma anche dalla presenza di due assicurazioni obbligatorie sul rischio di morte e di perdita dell’impiego; per questo motivo la cessione del quinto può essere richiesta anche da quei dipendenti della casa automobilistica che hanno già dei finanziamenti in corso o che in passato sono stati segnalati come cattivi pagatori. Per risparmiare tempo (e il più delle volte anche denaro), la soluzione migliore può essere rappresentata dai prestiti personali online.

Ci sono poi degli istituti che hanno pensato delle soluzioni specifiche per i prestiti personali FIAT: pensiamo ad esempio alla PinCred, che sul suo sito propone un finanziamento esclusivo per i dipendenti della casa automobilistica; con la forma della cessione del quinto è possibile ottenere importi a partire dai 3.600 euro con durate fino a 120 mesi; l’esempio fa riferimento ad un prestito da 13.061,68 euro da restituire con 120 rate mensili da 162 euro, con Tan 4,25% e Taeg 8,85% (totale dovuto dal cliente alla finanziaria pari a 19.440 euro). Bisogna poi citare che il Consultorio Finanziario comunica che la Mutua del Lavoro e delle Famiglie permette ai dipendenti del gruppo FIAT di beneficiare di finanziamenti con l’applicazione di una commissione ribassata dello 0,65%.

This entry was posted in Economia. Bookmark the permalink.