Bava di lumaca: un rimedio naturale per rendere la pelle più giovane

Parliamo oggi di bava di lumaca e di come questo prodotto naturale possa aiutare ad avere una pelle migliore. La pelle è l’organo più esteso del corpo umano ed anche quello più esposto. Per questo motivo è la zona più soggetta all’invecchiamento, quella che ne mostra prima i segni. Il processo d’invecchiamento della pelle inizia a livello metabolico e comincia subito dopo l’adolescenza. Già dopo i vent’anni il metabolismo cellulare inizia, gradualmente, a rallentare.

Le due proteine, prodotte dall’organismo, che sostengono la rigenerazione epiteliale e la tonicità e l’elasticità dei tessuti connettivi sono il collagene e l’elastina: a partire dall’età adulta, anno dopo anno, la loro produzione diminuisce, portando al progressivo deterioramento della bellezza della pelle. Naturalmente il processo è abbastanza soggettivo e personale perché intervengono anche cause genetiche, ereditarie, ma, soprattutto, lo stile di vita individuale.

Grazie agli spunti che abbiamo raccolto sul sito di bavadilumacaitalia.com cerchiamo di dare alcuni consigli utili.

Contrastare il processo di invecchiamento con la bava di lumaca

Per contribuire alla bellezza ed alla giovinezza della pelle è fondamentale instaurare, fin da giovani, delle sane ed equilibrate abitudini di vita. Il primo passo è quello di seguire un’alimentazione equilibrata e ricca di micronutrienti che contribuiscano a mantenere attivo e vitale il metabolismo delle cellule connettive.

I cibi migliori a questo scopo sono quelli ricchi di vitamina A, E e C: i tre micronutrienti specifici per pelle, capelli ed unghie. È quindi raccomandabile integrare, nella propria dieta, grandi quantità di frutta e verdura di stagione, che sono le principali fonti di queste vitamine. Altre sane abitudini sono:

  • Preferire i cereali integrali a quelli raffinati, che sono utili al benessere dell’intestino e della flora batterica. La flora intestinale, infatti, ha un ruolo fondamentale sulla bellezza della pelle. Un intestino sano, attivo e pulito dà come conseguenza pelle splendente e capelli forti e sani.
  • Preferire i latticini a scarso contenuto di grassi e lattosio. A volte, lievi intolleranze al lattosio danno problemi a carico della pelle e affaticano il metabolismo, con conseguente minor produzione di collagene e rallentata rigenerazione.
  • Evitare grassi, fritti, cibi molto pesanti e speziati o intingoli che danneggiano i processi digestivi con conseguente peggioramento della qualità della flora intestinale.
  • Integrare nella propria alimentazione i “supercibi” ossia quegli alimenti ricchi di antiossidanti, in grado di contrastare i radicali liberi, principali responsabili dell’invecchiamento cutaneo. Tra i “supercibi” ci sono: la frutta secca, specie noci e mandorle ricche di grassi buoni, i pesci grassi come salmone e sgombro, le bacche di goji, i semi ad esempio quelli di lino, di girasole e di chia. Un ottimo alimento è il cocco, da consumare anche sotto forma di latte vegetale, così come il latte di mandorla, ricchissimo di vitamine utili al benessere della pelle.

Naturalmente tutto lo stile di vita influisce sul metabolismo cellulare e può contrastare l’invecchiamento: non fumare, non eccedere con alcool e caffè, bere almeno due litri di acqua al giorno per garantire al corpo la giusta idratazione, dormire un adeguato numero di ore ed utilizzare prodotti di alta qualità per la cura della propria pelle.

Ritardare l’invecchiamento con la crema alla bava di lumaca

È possibile stimolare quotidianamente la pelle ad una corretta rigenerazione, utilizzando degli scrub delicati che hanno la funzione di eliminare lo strato superficiale di cellule morte ed impurità e lasciare i pori liberi e detersi. Il massaggio dello scrub, inoltre, stimola la microcircolazione, permettendo un apporto migliore di sangue ed ossigeno agli strati superficiali della pelle che, correttamente ossigenati e nutriti, avranno un aspetto più tonico, luminoso, sano e giovane.

Se si vuole provare a confezionare uno scrub casalingo si può utilizzare olio di oliva mescolato con dello zucchero: i granellini fungeranno da massaggio e da esfoliante mentre l’olio avrà la funzione di nutrire profondamente la pelle e restituirle tono. Un’alternativa è quella di tritare finemente, usando un frullatore, i noccioli di pesca o albicocca e mescolarli con un po’ di yogurt bianco. Anche in questo caso, la polvere di nocciolo servirà ad esfoliare delicatamente e lo yogurt ricco di prebiotici ripristinerà l’equilibrio della pelle, nutrendola ed idratandola profondamente.

Le buone abitudini quotidiane per mantenere la pelle giovane

Passata l’età dell’estrema giovinezza non è più possibile non avere riguardo per la propria pelle senza aspettarsi conseguenze. Per favorire al massimo la giovinezza della pelle e ritardare più possibile i primi segni del tempo è necessario mettere in atto alcuni gesti quotidiani:

  • Una detersione profonda e delicata, con prodotti a base idratante oppure oleosa, almeno due volte al giorno. Mai andare a letto senza aver rimosso tutto il trucco, pena svegliarsi il mattino con rughe ed occhiaie accentuate perché la pelle non ha potuto respirare e rigenerarsi durante il sonno.
  • L’utilizzo di prodotti idratanti con protezione solare integrata, anche in inverno
  • Una corretta e buona idratazione sia alimentare, bevendo moltissima acqua, sia cosmetica
  • Evitare di esporsi al sole senza protezione molto alta e rinunciare alle abbronzature troppo selvagge, preferendo il raggiungimento di un colorito sano e dorato e, al massimo, integrando con autoabbronzanti o terre illuminanti
  • Ritagliarsi un po’ di tempo, durante la settimana, per coccolare la pelle con maschere specifiche antiage

La maschera casalinga antietà alternativa alla bava di lumaca

Una ricetta delle nostre nonne, sempre molto efficace, per restituire immediatamente al viso una luminosità speciale, che lo renderà visibilmente più giovane, è quella del bagno di latte. Concedersi un’oretta tutta per se, magari prima di un appuntamento importante e munirsi di una ciotola di latte molto freddo e cotone idrofilo.

Inzuppare il cotone nel latte freddissimo ed applicarlo sulle zone più difficili: occhi, bocca, fronte o guance. Lasciare in posa qualche minuto e poi sostituire il cotone con dell’altro, sempre inzuppato in latte molto freddo. I grassi del latte, abbinati all’effetto vasocostrittore del freddo, renderanno immediatamente il viso più disteso, minimizzando le rughe e facendolo apparire più luminoso e giovane.

This entry was posted in Donna. Bookmark the permalink.