Prestiti online per dipendenti Eni a tempo indeterminato

L’Eni è uno dei colossi italiani per quanto riguarda l’energia elettrica ed è una delle aziende italiane più sviluppata e tecnologicamente all’avanguardia di tutto il mondo. Inoltre questa compagnia offre a tutti i suoi dipendenti (più di 30.000)  molti servizi convenienti e diversi come per esempio l’opportunità di poter fare richiesta di alcuni finanziamenti agevolati. Tutti questi servizi vengono forniti per il gruppo Eni da parte di due società appartenenti a questo gruppo, ovvero la Serfactoring, la quale lavora come intermediario finanziario e la Fasen, ovvero il “Fondo attività servizi sociali” che si occupa dei lavoratori presso tutte le aziende su tutto il territorio italiano del gruppo energia Eni. In questo articolo andremo a scoprire assieme quali prestiti sono messi a disposizione di tutti i dipendenti dell’Eni che hanno un contratto di lavoro a tempo indeterminato e scopriremo quali sia il modo migliore per poterli ottenere.

Prestiti per dipendenti Eni a tempo indeterminato con Serfactoring

Come abbiamo già accennato, la Serfactoring è una compagnia che si occupa dell’intermediazione finanziaria per la società elettrica ENI e provvede ad elargire dei prestiti molto agevolati per tutti i dipendenti. Serfactoring infatti offre l’opportunità di poter richiedere un finanziamento non finalizzato, ovvero senza l’obbligo di fornire la finalità del prestito, a tutti i lavoratori presso l’ENI che abbiano un contratto di lavoro necessariamente a tempo indeterminato.
La cifra massima da poter richiedere è pari a 25.000 euro ed il piano di ammortamento ha una durata massima di dieci anni. L’importo della rata mensile non può essere  più del 30% dello stipendio percepito al netto, la rata sarà rimborsata attraverso una trattenuta diretta sulla busta paga. Per questo finanziamento il tasso d’interesse rimane fisso per l’intera durata del contratto di finanziamento. Nel caso in cui il richiedente avesse bisogno di una estinzione del finanziamento anticipata egli non deve pagare nessuna penale e nessun costo aggiuntivo, può decidere dunque di estinguere il debito prematuramente in totale autonomia e libertà.
L’unica garanzia per ricevere questo prestito deve essere data attraverso una sorta di vincolo che grava sul proprio TFR, questo cambia in base alla somma richiesta.

PRESTITI PER DIPENDENTI ENI FASEN

Una seconda opportunità per i dipendenti dell’Eni che hanno un contratto di lavoro a tempo indeterminato, per ottenere un prestito che preveda delle condizioni molto convenienti è attraverso il Fasen, ovver il Fondo che viene gestito in modo diretto dai lavoratori Eni ed ha scopi assistenziali.
Tra le varie attività di cui si occupa il Fasen ci sono quelle dedicate alla medicina che serve a garantire la tutela dei lavoratori, ma anche quelle dedicate ai contributi di solidarietà per aiutare i dipendenti che hanno bisogno di denaro e si trovano in difficoltà finanziaria. Per questo motivo grazie al Fasen è possibile fare richiesta di un prestito che preveda delle agevolate in caso in cui si verifichino delle gravi situazioni di salute, delle calamità naturali disastrose, per le cure dentarie o per qualsiasi altro evento grave che metta il lavoratore in seria crisi economica.
La cifra massima da poter richiedere è pari a 15.000 euro da dover rimborsare in massimo 60 mesi, e bisogna fornire all’azienda il proprio TFR maturato per garanzia, i lavoratori che non hanno un TFR, possono usugruire di una garanzia che viene fornita direttamente dal Fondo Fasen. Per questi prestiti agevolati, il tasso d’interesse è stato convenzionato ed è formato da un tasso che varia ed in più uno spread pari all’1%. Per fare richiesta di questo finanziamento, i vari moduli di richiesta devono venire inviati in modo diretto al Fasen attraverso dei form che si trovano sul sito internet, ed il rimborso delle rate ogni mese avviene attraverso delle trattenute sulla busta paga del lavoratore.

This entry was posted in Economia. Bookmark the permalink.