Gestazioni cani: quanto durano? Come riconoscerle?
Riconosce la gestazione dei cani non sempre è facile. Prima di tutto è importante sapere che non tutti i rapporti vanno a buon fine, poiché molte volte accade l’opposto ed è necessario aspettare il nuovo ciclo ormonale. La gravidanza essendo una fase importante della vita della cagna, necessita dell’aiuto di un medico veterinario e della conoscenza da parte del padrone di tutti gli aspetti. Scopriamo quanto dura la gestazione e come riconoscerla.

Il flusso vaginale

A differenza delle donne, i cani presentano il ciclo mestruale solamente due volte l’anno. Pensare che la sua assenza equivalga a una gravidanza è quindi sbagliato, perché proprio come noi umani stress e malattie possono non indurre il flusso mestruale. Può, invece, essere importante analizzare il flusso vaginale che può cambiare sia di consistenza che di colore.

Quanto dura la gravidanza di un cane?

La gravidanza di un cane ha una durata media di circa 9 settimane, la cui durata può variare in base al giorno di riferimento:
  • 63 +/- 1 giorno dalla data di ovulazione;
  • 65 +/- 1 giorno dal picco di LH;
  • da 56 a 72 giorni dal momento dell’accoppiamento.

Sintomi di gravidanza nel cane

I sintomi di una gravidanza canina possono includere:
  • turgore delle mammelle;
  • aumento della circonferenza dell’addome;
  • comportamenti materni come la preparazione del nido a fine gravidanza.
Nella cagna gravida l’assetto ormonale è uguale a quello di una cagna non gravida. In alcuni casi, è possibile assistere alla manifestazione di segnali e possibili sintomi anche in cagne che non sono gravide, che possono indurre a pensare a una gravidanza. Quando si sospetta che sia avvenuta una gravidanza, a seguito di un accoppiamento, la diagnosi certa si può avere solo attraverso un esame ecografico a tre-quattro settimane dal calore. Se il vostro cane è gravido spesso si possono notare una serie di comportamenti diversi dal solito. Generalmente, cercherà di stare in casa al sicuro, avrà un comportamento tranquillo e spesso, tenderà a lamentarsi o singhiozzare. Potrebbe sembrare malata oppure particolarmente stanca, ma in realtà sono solo sintomi legati alla gravidanza. Il cane spesso, tende anche a isolarsi in un luogo sicuro e al riparo, portando con sé coperte oppure oggetti familiari, per creare una specie di nido sicuro.

Cambiamento del fisico

La gestazione nei cani può durare in media dai 57 ai 69 giorni, e si può evidenziare già dopo alcune settimane un ingrossamento della pancia che inizia anche a pendere. Un altro sintomo della gravidanza sono le mammelle ingrossate e più grandi del solito. Quest’ultime, infatti, si preparano per essere visibile all’allattamento dei futuri cuccioli.

Consigli sull’alimentazione

Nel momento in cui si ha una diagnosi di gravidanza positiva, sarà necessario cambiare alimentazione della cagna, in modo da poterle dare tutto l’apporto nutritivo adeguato per portare a termine la gravidanza e affrontare il periodo della lattazione. In alcune razze si possono somministrare integrazioni per ridurre il possibile rischio di anomalie di sviluppo. Le integrazioni devono essere gestite dal veterinario, per essere sicuri di non arrecare alcun danno al feto. Nelle prime settimane, i cani si comportano come sempre, vogliono giocare, passeggiare e hanno molta fame. Solo nel secondo periodo iniziano ad avere possibili nausee e necessità di un’alimentazione diversa. Il cane deve alimentare se stesso ma anche i cuccioli in grembo, quindi, è importante aumentare la dose giornaliera fino a un massimo del 10% in più rispetto al solito. Può succedere che la gravidanza porti nausea e inappetenza, quindi, spesso il cane potrebbe lasciare il cibo. Per evitare questo, il cibo essendo in quantità superiore è bene dilazionarlo nell’arco della giornata, senza preoccuparsi se dovesse lasciarlo nella ciotola, in quanto lo mangerà non appena ne avrà voglia.