famoso filosofo

Le dottrine e le teorie di Confucio sono giunte fino ad oggi e vengono seguite molto in Europa. Chi era Confucio e cosa ha insegnato? Filoso cinese che visse in un’epoca in cui esistevano in Cina, molti territori feudatari in continua guerra tra loro. La fama, le invasioni, le barbarie e le carestie, non aiutavano certo la popolazione.

Tuttavia il suo insegnamento è stata una elaborazione dell’etica umana in modo integrale e universale. Le indicazioni studiate e professate da Confucio forniscono uno studio attento sull’esistenza e natura umana.

Diciamo che le sue parole sono un “cibo per l’animo” e questo ha aiutato ad avere una nuova “religione” filosofica che è molto più emozionante ed emotiva.

Chi era Confucio?

Da un lato Confucio era un uomo semplice, unito alla natura e ai problemi dell’animo umano. Tuttavia la sua aspirazione era quella di unificare la Cina tramite un regno saggio e una maggiore consapevolezza dell’importanza di ogni singolo soggetto.

La sua cultura era ovviamente riferita a quella cinese. Parliamo di un piccolo funzionario della corte cinese che decise di cambiare totalmente vita diventando un “vagabondo” alla ricerca per principio della saggezza. I principi morali ed etici per governare con giustizia verso l’uomo erano molto apprezzati da contadini e soggetti semplici. Questo gli concesse di avere numerose scuole di pensiero e di fornire una filosofia di vita specifica.

Il credo “religioso” di Confucio

Il fondamento del pensiero “confuciano” si rapportano prima di tutto agli aspetti negativi della società e dell’epoca in cui è vissuto. Il rimprovero principali verso gli uomini è la mancanza di moralità. Le virtù, i valori familiari e l’importanza della vita, furono i concetti principali che ancora oggi sono molto considerati, specialmente in Cina.

In che età è vissuto e dove

Il nome di Confucio ancora riecheggia a secoli e secoli di distanza. Un filosofo che ha creato una sua “dottrina”. L’epoca in cui è vissuto risale al 550 A.C. in Cina specificatamente nel piccolo stato di “Lu”. Iniziamo con una sua curiosità, il nome Confucio non è quello reale. Si tratta di una voce in latino che indicavano i “santoni” orientali e nel 600 D.C il termine “Confucio” identificava i missionari cristiani. Dunque esiste una certa confusione.

Oggi il nome Confucio è diventato specifico per indicare questo filosofo dove il suo vero nome è: Qiu. Mentre il cognome è: Kong. Dunque oggi potete trovare le massime di Confucio oppure le opere di Qiu Kong che sono poi la stessa persona.