Scarabottolo

Guido Scarabottolo è un famoso designer, grafico e illustratore italiano. Si occupa di architettura e comunicazione visiva in ambito pubblicitario lavorando al fianco di colossi dell’ambito editoriale come la rai. Vanta anche molte collaborazioni internazionali tra Giappone e Stati Uniti D’America.

BIOGRAFIA

Guido Scarabottolo nasce nel 1947 a Sesto San Giovanni , un quartiere nella periferia di Milano. Si laurea in architettura presso il Politecnico di Milano e successivamente si inserisce in un gruppo di giovani architetti che si occupano anche di comunicazione e marketing. Nel 1995 il gruppo si divide e Scarabottolo incomincia ad entrare nel mondo lavorativo di un certo livello collaborando con i più celebri editori italiani e con la Rai. Vanta diverse grafiche importanti da lui create tra cui quella di un calendario nel 2000 e ancora oggi in produzione e molto venduto nel mercato. Alcuni suoi disegni sono diventati di altissimo livello e la pubblicazione di questi è su scala nazionale e internazionale sono usciti sul Sole 24 ore, sul New Yorker e sul New York Times. Attualmente vive e lavora a Milano.

Si è dedicato anche ai libri per bambini con l’editore “TopiPittori” insieme a Giovanna Zoboli, scrittrice. Hanno prodotto la serie “Libri a naso”, “Di notte sulla strada di casa“, “Due scimmie in cucina“, la collana “Gli anni in tasca“, “PIPPO”,  “Piccola pinacoteca portatile” e “Quadri, quadretti e animali” con i testi di un’altra scrittrice , Marta Sironi.

ALTRE OPERE

Ha illustrato le famose opere “Il Diario di Eva” e “Il diavolo nella bottiglia”,  “Pinocchio”, per la casa editrice Principi&Principi. Disegna il logo per la casa editrice “Venere” edizioni e con questa pubblica “Manifesto Segreto” e “Bestiario Accidentale“. Altre opere da lui prodotta sono: “sotto la copertina”, “Elogio della pigrizia”, “Smarrimento e Viaggio in Islanda”, “Macchie Solari“, “Prontuario Iconografico per il designer contemporaneo”, “I ragazzi del Bazar di Kashan”.  

Il suo talento ha riscosso molta fama e riconoscimenti: gli sono state dedicate mostre sia in Italia, che fuori in più recenti a Modena e Milano nel 2008 e ha partecipato a numerosi festival e premiazioni. L’anno successivo sono state realizzate altre due mostre  a Venezia, “Undici disegni a caso e una storia” e a Griviglia, “Pinacoteca Portatile”. Nello stesso anno ha partecipato ad una collettiva organizzata nel New York Times, la “Sketchbook Obsessions”. Nel 2015 ha partecipato alla mostra “Wish” svolta all’interno dell’Expo di Milano. Nel 2016 la mostra a Pisa riproposta anche l’anno successivo. Una delle più importanti a livello internazionale è “Cover revolution” che ha avuto luogo negli istituti italiani presso NY e Dublino.