Come favorire la ricrescita dei capelli

Iniziamo questo articolo con una piccola premessa, ci sono dei casi in cui i capelli dopo una caduta possono ricrescere e casi in cui questo non è possibile.

Casi in cui i capelli possono ricrescere e casi in cui non è possibile

 I capelli possono ricrescere nel caso in cui ci sia stata la caduta per una grave mancanza di quelle che vengono chiamate sostanze nutritive quando questo si verifica è bisogna dunque controllare che le radici del capello stiano ricevendo le primarie sostanze come ad esempio gli aminoacidi, gli oligoelementi e tutte le vitamine necessarie per il suo sviluppo e in caso contrario quindi procedere con una terapia mirata a base di questi elementi. Se per esempio si ha purtroppo affrontato una grave malattia o si ha in corso un’infezione si da il caso che quando questo stato di salute è terminato la ricrescita dei capelli riprenda da sola magari assumendo degli integratori o delle vitamine per aiutare il processo. Anche se si soffre di alopecia areata, una volta che la terapia giunge al termine, le zone calve riprendono a vedere la crescita dei capelli, specie nel caso in cui si decida di assumere la preziosissima vitamina b, ottima sia per i capelli che per tutto il resto del corpo. Tutta altra storia se si parla di alopecia androgenetica, ovvero la maggior responsabile al mondo per la caduta dei capelli; purtroppo nel caso si soffra di questa malattia anche se si assume un continuo di minerali e sostanze nutritive si tratta di un problema che non ha soluzione. Gli studi più recenti dicono che non ci sono molti farmaci considerati del tutto efficaci per la caduta dei capelli androgenetica si ha solo la possibilità di migliorare questa scomoda situazione assumendo regolarmente del ferro. Si può dunque sperare nella ricrescita dei capelli solamente nell’eventualità di capelli che non hanno terminato il loro ciclo vitale, ovvero quando i follicoli sono incapaci di creare un nuovo capello. In ogni caso prima di perdere del tutto i capelli si noteranno in essi dei cambiamenti come ad esempio diventeranno sempre più fini e deboli e questo campanello d’allarme aiuterà ad agire in tempo.

Prodotti per la ricrescita del capello e il trapianto

La scienza ha da poco scoperto l’efficacia terapeutica di alcuni prodotti farmaceutici come il Minoxidil e il Finasteride che permettono a chi li utilizza di fermare la progressione della caduta per una grande percentuale di persone che l’hanno provato. Ovviamente una dieta sana, non abusare di alcool e sigarette, alcune lozioni specifiche, l’utilizzo di integratori di vitamine e minerali, i massaggi dedicati al cuoio capelluto e le terapie laser, possono aiutare anche se non in maniera trascendentale, meglio ancora se combinate all’uso di farmaci appositi, in ogni caso il consiglio migliore è sempre quello di rivolgersi ad un dermatologo. Un altro metodo estremamente efficace è l’autotrapianto, che quando è possibile effettuarlo, dona al paziente dei risultati straordinari e soprattutto naturali. Infine sul mercato sono presenti molti diversi rimedi utili per aiutare chi ha bisogno nella ricrescita dei capelli, questi prodotti si differenziano sia per assunzione sia per il modo in cui vengono utilizzati. Ad esempio ci sono diversi tipo di compresse, diversi tipi di lozioni, moltissime fiale o addirittura delle schiume. Sono presenti inoltre degli integratori molto famosi come il celebre Bioscalin il quale scopo è proprio quello di dare maggior forza e resistenza alla chioma ma questi tipo di prodotti sono meno efficaci nel rallentare la caduta se ormai la situazione è seria e il cliente ha bisogno di un’azione che duri sul lungo periodo. Le lozioni a differenza delle fiale invece possono donare dei risultati piuttosto soddisfacenti per la ricrescita della chioma, ma bisogna comunque prestare molta attenzione alle controindicazioni, come ad esempio si incorre nel rischio di crescita di peluria indesiderata in altre zone del corpo.

 

This entry was posted in Donna. Bookmark the permalink.